segreteria@hcvfilatoio2440.it

hockey

B-SKILLED Official Partner della VALPEAGLE

B-SKILLED, un team di professionisti esperti in Psicologia dello Sport ha scelto di sostenere la VALPEAGLE per la stagione sportiva 2018/19 e si fregerà del titolo di Official Partner.

Una squadra è come un organismo in cui tutti gli organi sono vitali e in relazione gli uni con gli altri: non bisogna dimenticare la testa!

Allenare la mente è importante quanto allenare il fisico; la concentrazione, la gestione dello stress, il team building valgono quanto gli schemi tattici.

Lo sanno bene le società, gli allenatori o i singoli atleti Top al mondo che oramai da anni sono affiancati dalla fondamentale figura del Mental Coach nella loro struttura organizzativa perchè “Il talento fa vincere le partite, il lavoro di squadra e l’intelligenza fanno vincere i campionati” come ha detto Michael Jordan.

E così farà anche la VALPEAGLE, che nel suo percorso di crescita improntato al “guardare al passato per prepararsi al futuro” ritiene questa partnership un ulteriore mattone sostanziale del processo organizzativo verso un modello di società ancorato alla tradizione ma nel contempo aperto alle innovazioni e alla modernità.

La VALPEAGLE ringrazia pertanto Gladys Bounous, psicologa e fondatrice di B-SKILLED, già nostra super tifosa, e Edoardo Ciofi, anche lui psicologo appassionato di sport, per avere creduto nella bontà del progetto della Cooperativa HCV Filatoio 2440 e avere scelto di affiancare il marchio e la propria attività a quella della VALPEAGLE.

B-SKILLED nasce per sviluppare e implementare percorsi per il miglioramento della prestazione individuale e di gruppo.
Da più di 15 anni lavora sul campo insieme ad atleti, allenatori, team, dirigenti sportivi, genitori e tutte le figure coinvolte nel processo di crescita sportiva.
Con un’anima operativa che non trascura però gli aspetti scientifici che sottostanno ad una prestazione sportiva di eccellenza econ l’obiettivo di accompagnare gli sportivi nel raggiungimento della migliore prestazione in campo, senza trascurare il benessere degli atleti che rimangono in prima battuta sempre persone.
Gladys ha scoperto la passione per la psicologia dello sport già durante gli anni di laurea, facendola poi diventare un lavoro che le ha consentito di seguire numerosi atleti e squadre di discipline differenti (sci, hockey, scherma, calcio, tennis, motocross, tiro con l’arco, maratona, salto, biliardo, muay thai, vela).
E’ nel mondo della vela che ha maturato la sua più grande esperienza, avendo la possibilità di allenare un team che partecipò ai Giochi Olimpici di Pechino, nel 2008 e seguendo alcuni velisti solitari impegnati in lunghe traversate oceaniche.
E’ anche autrice di alcune pubblicazioni, sia divulgative che scientifiche sul tema della psicologia sportiva e dell’ipnosi.
Edoardo, collaboratore di B-SKILLED sull’area sport, ha scelto di completare il suo percorso di studi in psicologia con un master post-lauream in Psicologia dello Sport.
Già dalla sua tesi di laurea, un progetto di ricerca sulle squadre giovanili di calcio, si è avvicinato alle dinamiche dei team, specializzandosi poi come preparatore mentale in squadre di pallavolo.
Dal 2013 collabora con il team di B-Skilled, dove si occupa principalmente di dinamiche riguardanti gli sport di squadra e le dinamiche di team. Dal 2016 è Preparatore Mentale di I° Livello della F.I.T. a Torino e collabora, insieme al team di B-Skilled con il Nord Tennis sempre a Torino

 

 

Read more

Buon Compleanno

Cari Soci, cari Tifosi,
oggi tocca a noi festeggiare il compleanno, il PRIMO.
12 mesi fa, appresa la notizia della nostra nascita, gli scettici erano tanti.
Oggi forse ce n’è qualcuno in meno, ma è giusto che continuino ad essercene, saranno eventualmente i fatti a convincerli, non le parole.
Nel frattempo il progetto di CASA VALPE ha mosso i primi passi in concreto: la cooperativa è controllata dai tifosi, si è tornati a vedere partite di hockey all’interno del Palaghiaccio di Torre Pellice, il settore giovanile è fra i più attivi in Italia, con un coordinamento tecnico di primo livello, il progetto sportivo vede una prima squadra fatta di senatori e giovani promesse, tutti locali, attuale leader indiscussa nel campionato a cui ha diritto di partecipare e con qualche velleità di vittoria finale, anche se l’impresa sarà tutt’altro che semplice e scontata e nello sport vanno sempre messe in preventivo anche le sconfitte.
Come per tutti i neonati talvolta il passo appare incerto, sicuramente si pecca d’esperienza, tutti i giorni c’è qualcosa di nuovo ancora da imparare.
Ma l’entusiasmo che solo una nuova vita sa accendere genera energia positiva e apre i cuori anche dei più burberi: è proprio da quell’energia e da quell’affetto che ci circondano che dobbiamo attingere per continuare il nostro cammino, senza però trascurare nemmeno i bonari rimbrotti che vorrete farci tutte le volte che saranno opportuni, per crescere sani, umili, educati, di sani principi e possibilmente anche simpatici ed aperti al dialogo.
E’ questo l’augurio che ci vogliamo fare nel giorno del primo compleanno
Read more

TESTIMONI INCONSAPEVOLI

(di Mauro Deusebio)

Nascere, ma anche rinascere, presuppone la trasmissione delle informazioni genetiche da una generazione all’altra; chi meglio di Milano e Briançon per l’abbrivio della ValpEagle?

Milano, squadra questa volta identificata con l’aggettivo ‘rossoblu’, è sempre stata un collaudo, una verifica per i sogni e le ambizioni valpellicesi. Giovedì 14 dicembre, contro la capoclassifica della B italiana, si tratterà più che altro di allertare i nostri sulle difficoltà a venire.

Stesso discorso per Martedì 19 contro i Diables Rouges, terza forza della B francese, da poco scesi dalla Magnus per difficoltà economiche. Due incontri da non perdere per rivedere Sasha Petrov e Andrea Schina, per permettere ad Alex Bertin di presentarci i compagni delle giovanili, per riproporsi all’hockey internazionale e anche per capire dove siamo.

Ma, a questo punto, di cosa saremmo testimoni inconsapevoli?

Di mutamenti epocali possibili anche nel vivere quotidiano. Nello sport, prima sono cambiati i sistemi di gioco, in conseguenza di questo sono cambiate le caratteristiche fisiche e le abilità richieste ai giocatori, infine è cambiato il management che cerca profitti e non gratificazioni.

Nell’hockey, in principio era… l’Unione Sovietica che, dal 1963 al 1986, vinse 5 Olimpiadi e 18 titoli mondiali dei 21 disputati (negli altri 3 si impose la Cecoslovacchia che praticava lo stesso gioco dell’URSS); poi venne di moda il ‘butta dentro e spera in Dio’, i muscoli degli atleti si gonfiarono a dismisura, stazza e velocità ebbero la meglio su tecnica individuale e trame di gioco; questo perché pompare muscoli e allevare schegge non pensanti costa molto meno che accudire un vivaio sotto il profilo tecnico e umano.

Così si persero per strada spettatori e praticanti, anche in sport più popolari (v. calcio).

A Torre Pellice si prova ora ad invertire la rotta: auguri.

Il titolo, preso in prestito da un gran bel romanzo di Gianrico Carofiglio (‘Testimone inconsapevole’ – Sellerio 2002 – anche in ebook e audiolibro), vorrebbe soltanto suggerire di non smettere di pensare pur festeggiando la rinascita.

Buone amichevoli a tutti.

Read more

RITORNA IL GRANDE HOCKEY

Cresce l’attesa per l’arrivo sul ghiaccio di Torre Pellice di due Team di primo piano nell’hockey che conta.

Giovedì 14 dicembre alle ore 20.30 infatti ospiteremo il Milano Rossoblù, attuale leader della Italian Hockey Division e vincitore dello scorso campionato di serie B, mentre martedì 19 dicembre alle ore 20.30 la Valpeagle riceverà la visita dei Diables Rouges di Briancon, attualmente terzi in classifica nella Division 1 francese.

Saranno passati a quel punto 642 giorni dall’ultima volta che nel nostro stadio, il Pala Cotta, è andata in scena una partita di hockey di alto livello: il 12 marzo 2016 si disputò gara 6 dei quarti di finale dei play-off scudetto di quella che allora era la serie A, con la vittoria dell’Hc Valpellice per 5 a 2 contro l’Asiago che poi vinse la serie qualificandosi alla semifinale.

Fu Alexander “Sasha” Petrov a realizzare al 56° minuto l’ultimo gol per il quale i tifosi della Valpe poterono esultare prima di un lungo periodo di buio nel palazzetto di Torre Pellice, nel frattempo cancellato dalla mappa dell’hockey che conta.

E sarà proprio “Sasha” Petrov uno dei protagonisti dell’amichevole “di lusso” che abbiamo organizzato per riportare il grande hockey a Torre Pellice e consentire ai nostri giocatori e tifosi di riassaporare il sapore di una sfida di lunghissima data con Milano, unica realtà fuori dal Nord Est ad avere conteso nell’ultimo decennio alla Valpe lo scettro di “reginetta fuori dal coro alto-atesino”.

Solo che questa volta Petrov vestirà la maglia dell’avversario perchè nel frattempo sono cambiate molte cose e quel giocatore che ha regalato immense soddisfazioni al pubblico di Torre Pellice ora è uno dei leader del Milano fattosi corazzata dell’hockey italiano. Insieme a lui ci saranno Andrea Schina e Stefan Ilic, anch’essi protagonisti con la maglia della Valpe di quell’ultima storica partita.

Anche la nostra Valpeagle avrà molti protagonisti di quella partita del 12 marzo 2016: sono i ragazzi che hanno deciso di aderire al progetto di ricostruzione di Casa Valpe realizzato dall’HCV Filatoio 2440. Alex Silva, Marco Pozzi, Pietro Canale, Federico Cordin e Martino Durand Varese erano infatti sul ghiaccio quella sera, osservati da Simone Armand Pilon che all’epoca sedeva in panchina come secondo portiere e che invece giovedì avrà l’arduo compito di difendere la porta dalle sfuriate degli attaccanti milanesi.

Che non avranno solo Petrov a disposizione, ma anche altre stelle come il goleador del campionato Dominic Perna, e poi Marcello Borghi, Federico Colombo. Arduo anche il compito per i nostri attaccanti che si troveranno di fronte anche Fabrizio Senoner e la giovane promessa meranese Andreas Radin oltre a un goalie come Alessandro Tura, attualmente il miglior portiere della Italian Hockey League.

Per l’imbattuta Valpeagle che nella sua sua brevissima storia ha finora conosciuto solo vittorie sarà quindi un banco di prova vero per testare il proprio livello in vista della seconda parte di stagione. Da ripetere anche martedì 19 dicembre sempre alle 20.30 contro Les Diables Rouges di Briancon, altra corazzata ricca di campioni, che completerà la settimana del ritorno del grande hockey.

La sfida con il Milano Rossoblu poi sarà l’occasione per rivedere e salutare anche Massimo Da Rin, legatissimo a Torre Pellice prima da giocatore e poi da allenatore, dove dal 2006 al 2009 ha contribuito in maniera determinante alla crescita del movimento hockeistico.

Il biglietto di ingresso ad ognuna delle due sfide costerà 10€ (posto unico), 5€ il ridotto (12-16 anni), gratis sotto i 12 anni. E per i tifosi che vorranno essere presenti a entrambe le sfide una bella sorpresa: un mini abbonamento a 15€ per entrambe le partite (posto unico).

I possessori della Valpeagle Card insieme ai ragazzi tesserati della Bulldogs avranno l’ingresso gratuito

Read more

Vuoi diventare Bocia m’Pestà?

L’ingresso sul ghiaccio della ValpEagle all’esordio al Pala Cotta Morandini di Torre Pellice ha visto i giocatori entrare insieme ai più piccoli della Bulldogs, ognuno per mano di uno dei campioni della prima squadra.

Il più piccolo, Joel, sei anni ancora da compiere, ha poi tagliato il nastro in compagnia del sindaco per inaugurare la nuova gestione.

Non è stato solo fumo seppur colorato: il progetto HCV Filatoio 2440 ha le sue fondamenta nel settore giovanile visto in primis come attività sociale di primaria importanza per consentire ai giovani la pratica dell’attività sportiva sul territorio, ma in prospettiva ritenuto anche serbatoio fondamentale da cui attingere per sviluppare il progetto agonistico della prima squadra, la ValpEagle, che non per nulla quest’anno è stata costruita quasi per intero su quel serbatoio.

Ecco perchè c’è sempre bisogno di nuove leve e c’è sempre bisogno che ogni anno nuovi bambini si affaccino alla pratica di questa disciplina, così dura, ma anche così formativa non solo dal punto di vista della pratica sportiva.

Allora cari genitori di bambine e bambini a partire dai 4 anni, è a voi che ci rivolgiamo: approfittate di questa occasione proposta dallo staff tecnico della Bulldogs, fate provare ai vostri piccoli l’emozione di scendere sul ghiaccio con l’avviamento all’hockey: per tutto il mese di novembre la prova è gratuita e chissà che un giorno uno di loro non indosserà la maglia della nostra amata ValpEagle che chissà in quale campionato militerà …

 

Read more

L’Assemblea elegge il nuovo CDA, a seguire in 1.300 festeggiano la prima della ValpEagle al “Cotta Morandini”

Storico debutto (o gradito ritorno dipende dai punti di vista) per la ValpEagle allo stadio “Cotta Morandini” che ha ufficialmente riaperto i battenti con il taglio del nastro da parte del sindaco di Torre Pellice: l’amministrazione comunale avrà in carico la gestione della struttura per i prossimi due anni. Un’operazione concertata con l’Assessore allo Sport della Regione Piemonte, ente proprietario della struttura, finalizzata a restituire il ghiaccio ai suoi principali fruitori, bimbi, ragazze e ragazzi che praticano hockey o pattinaggio artistico e che negli ultimi mesi avevano trovato i lucchetti ai cancelli.

Scaduto il contratto dei gestori precedenti, la politica locale ha saputo restituire alla sua gente un impianto pubblico riuscendo a renderlo funzionante in soli 15 giorni dall’affido: quasi un record, sicuramente un esempio di buona amministrazione.

Tribuna gremita al “Cotta Morandini” – Foto Piercarlo Reinaudo

A proposito di record: erano oltre 1.300 gli spettatori presenti per la “prima” della ValpEagle al “Cotta”: non male per una società sportiva nuova di zecca. Evidentemente sono sempre più numerosi coloro che identificano la loro passione nella HCV Filatoio 2440 di cui hanno perfettamente compreso la continuità con la storia della squadra che da sempre appassiona una valle intera, un progetto nato con l’unico obiettivo di non interrompere una tradizione di oltre 80 anni: sarebbe poco credibile pensare di essere riusciti ad attirare esclusivamente un pubblico di neofiti in meno di un mese di attività agonistica.

La partita di ieri sera peraltro è stata in assoluto la più seguita in Italia nel weekend hockeistico, superando di gran lunga i 920 spettatori di Asiago-Kitzbuhel, il match più seguito della AHL e gli 837 di Fiemme-Milano, la gara con più pubblico della IHL. Concordiamo che non sia un bel segnale per l’hockey italiano se una gara di serie C attira più spettatori rispetto alle categorie superiori: guardando però solo a casa nostra, non possiamo invece che ritenerci felicissimi per questa testimonianza d’affetto popolare che ci ha travolto.

A dir la verità non è andata bene solo sugli spalti, ma anche sul piano agonistico perché è arrivata la quarta vittoria consecutiva (la terza sul ghiaccio) che consente alla ValpEagle di consolidare il primo posto nel girone Ovest. Vittoria ottenuta contro una squadra vera, coriacea, come si è dimostrata il Real Torino, che ha messo fortemente in difficoltà capitan Alex Silva e compagni, più di quanto non dica il 6 a 2 finale. A Nicolò Pace va anche il merito di avere interrotto dopo 128 minuti e 44 secondi l’imbattibilità del nostro portiere Simone Armand Pilon e comunque fino a metà gara il risultato è stato in bilico per la soddisfazione del pubblico che ha potuto finalmente godere di un match equilibrato.

Certo il nostro team non è stato aiutato dal contemporaneo impegno di ben 4 “bocia m’pestà” impegnati in una gara del settore giovanile con la maglia dell’U19 della Bulldogs a Bolzano che ha ridotto ai minimi termini il roster, costringendo Federico Cordin a improvvisarsi difensore, a differenza del Real Torino che si è presentato al gran completo con ben quattro linee a disposizione del coach.

La giornata di ieri non è stata storica solo per il ritorno sul ghiaccio: due ore prima dell’inizio della partita, sempre all’interno dello stadio, si è svolta infatti anche un’affollata assemblea degli oltre 250 soci della Cooperativa HCV Filatoio 2440, chiamati per la prima volta a prendere decisioni importanti.

Se l’approvazione del bilancio al 30 giugno 2017 era poco più di una formalità avendo la cooperativa aperto i battenti solo pochi mesi prima, ben più sostanziali erano sia l’approvazione del budget sportivo per la stagione in corso, sia la nomina del nuovo consiglio d’amministrazione che avrà il compito di consolidare il progetto avviato pochi mesi fa. Il Presidente uscente Fabrizio Gatti ha illustrato ai numerosi soci presenti (molti anche i rappresentati per delega) le modalità con le quali si ritiene di poter far fronte ai costi da sostenere, attraverso la raccolta di sponsorizzazioni ottenute da aziende sia nazionali che locali (presto in uscita sulla nuova maglia).

Una voce altrettanto importante arriverà dalla raccolta pubblicitaria legata agli spazi dello stadio, giocoforza cominciata solo da pochi giorni dopo gli accordi con il nuovo gestore dello stadio, così come dalle donazioni spontanee alle partite interne e dalle sottoscrizioni della ValpEagle Card, in attesa poi degli incassi delle gare di fine stagione dove verrà introdotto un vero biglietto d’ingresso.

I soci hanno approvato all’unanimità il budget rendendosi disponibili ad integrare eventuali perdite laddove a fine stagione le entrate non fossero sufficienti a coprire le uscite.

Preso atto che durante la settimana non erano pervenute altre candidature alla Presidenza da parte dei soci secondo quanto previsto dallo statuto, Fabrizio Gatti ha comunicato la disponibilità a proseguire il progetto iniziato ricandidandosi come Presidente e proponendo una lista di consiglieri d’amministrazione, con la richiesta all’assemblea di due anni di mandato. A seguito dei numerosi interventi dei soci è stato chiarito come il compito del consiglio sarà quello di amministrare al meglio la cooperativa, separando il ruolo dalla gestione organizzativa e sportiva per le quali verrà realizzato uno specifico organigramma. Certamente un altro elemento di discontinuità con il passato dei tradizionali “direttivi” delle associazioni, fatti di direttori sportivi, tesorieri e quant’altro.

In virtù probabilmente del buon lavoro fin qui fatto dal precedente consiglio d’amministrazione e dallo staff che lo ha supportato, l’assemblea dei soci ha ritenuto di dare piena fiducia alla proposta presentata da Fabrizio Gatti, eleggendolo all’unanimità Presidente della Cooperativa HCV Filatoio 2440 per i prossimi due anni.

Fabrizio Gatti, torinese di nascita, ma torrese d’adozione, classe 1961, imprenditore e manager, è amministratore unico della OK-Gol, società leader nella gestione dei cantieri autostradali e dei servizi antincendi in autostrade e aeroporti, ed è stato Presidente di Finpiemonte fino allo scorso luglio. “Vi sono molto grato per questo atto di fiducia espresso in maniera unanime. Cercheremo insieme nei prossimi due anni di ridare vita al nostro sogno, mantenendo però come fatto finora i piedi per terra. Trasparenza e umiltà sono i valori a cui ci ispiriamo, con un’attenzione spasmodica al controllo dei costi e con l’obiettivo di vedere crescere sempre più i nostri giovani accanto a quei giocatori che ci hanno dato fiducia scegliendo di restare qui in serie C, così da rimpolpare continuamente la prima squadra con elementi locali” sono state le sue prime parole.

Insieme a lui nel Consiglio d’Amministrazione ci saranno anche:

Mauro Passet, pinerolese, classe 1964, professionista nel settore finanziario, già membro dell’uscente consiglio di amministrazione e in passato vice presidente dell’Hockey Valpellice dove provò senza successo a cambiare la rotta prima di rassegnare le dimissioni per evidenti divergenze con la conduzione societaria: “stare a criticare da fuori non serve a nulla, avevo ritenuto quindi di entrare nel direttivo per provare a cambiare le cose che non andavano, non sono stato ascoltato, abbiamo visto come è andata a finire. Continuo però a credere nella comunità valligiana fatta di sana passione e di tante persone di buona volontà, per cui ho accettato con onore la proposta di Fabrizio Gatti a far parte del suo consiglio d’amministrazione dove sono certo che troverò persone disponibili al dialogo

Massimo Sainato, pinerolese, classe 1965, professionista nel settore della comunicazione e del marketing, con particolare specializzazione proprio nel settore sportivo, è alla prima esperienza dirigenziale nell’hockey, di cui è appassionato fin da bambino ed è stato l’ideatore del modello della cooperativa “perché un bene di tanti non può essere nelle mani di pochi, soprattutto quando i pochi non sono degli investitori né dei buoni amministratori. Siamo uno dei pochissimi club in Italia (se non l’unico) la cui proprietà ora è realmente nelle mani degli appassionati, oltre 250 persone! Ho accettato la proposta di Fabrizio Gatti perché credo nelle sue capacità e cercherò quindi di provare a portare un piccolo contributo in idee e lavoro a Casa Valpe”

Federico Sacco, torinese, classe 1955, professionista nel settore della comunicazione dove opera da molto tempo attraverso la conduzione di importanti agenzie pubblicitarie che hanno seguito e seguono tuttora grandi clienti nazionali e grandi eventi culturali. Appassionato di sport e frequentatore della Val Pellice, si avvicina per la prima volta al mondo dell’hockey per aderire con entusiasmo all’invito dell’amico Fabrizio Gatti, che ha così inteso allargare sia territorialmente, sia per competenze, il raggio d’azione dei propri consiglieri, al fine di ottenere un contributo importante di nuove idee e relazioni.

Va vista quindi nella stessa ottica anche la nomina del quinto membro:

Luca Cassiani, torinese, classe 1969, avvocato civilista con studio in Torino, fino allo scorso anno consigliere comunale e presidente della Commissione Cultura della Città di Torino, cariche esercitate per ben 10 anni. In passato ai vertici della Croce Rossa Italia, comitato di Torino e fino allo scorso anno membro della giunta nazionale di Federculture, anche lui si avvicina per la prima volta al mondo dell’hockey accettando l’invito di Fabrizio Gatti a cui è legato da amicizia di lunga data. Per l’HCV Filatoio 2440 sarà sicuramente una risorsa importante avere nel consiglio di amministrazione anche degli esperti in diritto così da mirare meglio ai prossimi obiettivi.

L’Assemblea si è poi conclusa con la richiesta del costituendo CDA ad ottenere disponibilità di collaborazione da parte dei soci e dei tifosi che vorranno mettersi a disposizione al fine di definire anche un organigramma operativo in grado di rispondere a tutte le esigenze che la gestione di un club sportivo come la ValpEagle richiede

 

 

 

 

 

Read more

Anche Gabriele Paschetto nel roster

Gabriele Paschetto in azione

Un altro dei giovani più promettenti della Bulldogs U19, Gabriele Paschetto, entra a tutti gli effetti a far parte della HCV Filatoio 2440 che nei giorni scorsi lo ha tesserato fra i propri atleti per la stagione 2017/18.

Gabriele, attaccante 19enne, è uno dei tanti Bocia m’Pestà cresciuto nel settore giovanile della Hc Valpellice che – essendo nella condizione di poter liberamente scegliere dove continuare la pratica dell’attività sportiva – ha deciso di credere al progetto comune di rinascita dell’hockey valligiano che accomuna sotto lo stesso tetto di Casa Valpe sia la HCV Filatoio 2440 che la Bulldogs, società distinte da un punto di vista amministrativo (per garantire al settore giovanile un’autonomia gestionale), ma di fatto coese e con gli stessi obiettivi.

Casa Valpe che è e rimane aperta a tutti coloro che hanno a cuore le sorti dell’hockey e che soprattutto vuole essere un progetto concreto, nato come unica possibile soluzione di ripartenza (aldilà delle utopie suggerite da chi vive fuori dalla realtà) a seguito del congelamento dell’attività sportiva sul territorio e delle oggettive difficoltà a garantirne il prosieguo, in conseguenza delle gravi difficoltà economiche e delle pesanti fratture con Federazione e tifosi in cui è venuta suo malgrado a trovarsi la vecchia società.

La porta è aperta a tutti, sia a coloro che vorranno far parte della Cooperativa in qualità di soci, sia a tutti coloro che vorranno dare una mano collaborando, sia a chi vorrà sedersi sugli spalti e tifare unito dallo stesso spirito e dalla stessa bandiera che i ragazzi porteranno sul ghiaccio aldilà delle denominazioni.

Sono gli stessi concetti espressi alla presentazione ufficiale dello scorso 1° febbraio, speriamo di essere riusciti in questi mesi a farli diventare anche solo parzialmente realtà.

Il prossimo appuntamento a questo punto è fissato il 30 settembre al Palaghiaccio di Pinerolo alle 18.45 per l’esordio in campionato della ValpEagle con i Killer Bees di Varese. Il calendario non è stato ancora reso ufficiale dalla Federazione

 

Read more

Abbiamo fatto 13

Fine agosto porta altre due figurine importanti nell’album della ValpEagle: sono quelle di Gabriele Morel e Cristian Malan, entrambi del 1999, difensore il primo, attaccante il secondo, con un trascorso nelle giovanili di Hc Valpellice e Real Torino, da oggi tesserati per la Cooperativa Hcv Filatoio 2440 secondo le procedure previste da Fisg Online.

Cristian Malan

Gabriele Morel

Per Morel si contano anche diverse apparizioni nella Nazionale italiana, prima in U16 e poi in U20.

Sono dunque 13 i giocatori al momento a disposizione del coach Pavel Kavcic, a cui sono stati aggregati in questa fase di allenamento anche i ragazzi dell’Under 19 tesserati dall’Hc Valpellice Bulldogs ASD, società che rappresenta e gestisce l’intero settore giovanile della Cooperativa HCV Filatoio 2440 sotto la direzione sportiva del neo arrivato Andrea Chiarotti.

A ulteriore conferma che si sia tutti sotto lo stesso tetto di Casa Valpe (a dispetto di un po’ di confusione sulle denominazioni che non aiuta chi non segue la realtà valligiana troppo da vicino, per gli altri non c’è proprio possibilità di confondersi) è il fatto che il coach delle due compagini sia sempre Pavel Kavcic, che avrà quindi la possibilità di valutare giorno per giorno quali dei ragazzi più giovani saranno meritevoli di fare esperienze anche in prima squadra nel campionato di serie C.

Campionato che a un mese dal via ufficiale ha ancora contorni piuttosto nebulosi sulle formazioni che saranno effettivamente al via aldilà delle iscrizioni firmali e sui roster con i quali si presenteranno. Al momento dovrebbero essere solo più 5 le formazioni rimaste nel girone di Nord Ovest e quindi si aspetta la nuova elaborazione del calendario gare.

Nel frattempo Canale, Pozzi, Silva and company stanno sudando con tre sedute di allenamento settimanale a secco aspettando che i compressori del Palaghiaccio Olimpico di Pinerolo tornino a funzionare a pieno regime per poter scendere anche sul ghiaccio. Questo consentirebbe di programmare anche eventuali incontri amichevoli pre stagione sui quali al momento abbiamo dovuto soprassedere.

Chissà quali altre news ci porterà settembre

Read more

Anche Manuel Garnier sul ghiaccio con la ValpEagle

Un’altra giovane promessa dell’hockey locale ha scelto di indossare la maglia della ValpEagle: si tratta di Manuel Garnier, difensore 18enne con il vizio del gol, appena convocato al camp estivo di Bressanone con la Nazionale Under 20 e fino alla scorsa stagione militante nelle giovanili del Valpellice, con qualche trascorso anche nel Real Torino.

Manuel va così ad aggiungersi al gruppo che già lunedì prossimo alle 20.00 indosserà i pattini sul ghiaccio di Pinerolo per cominciare a sudare agli ordini del coach sloveno Pavel Kavcic: gruppo formato non solo dai ragazzi che affronteranno il campionato di serie C, ma anche dai giovanissimi dell’Under 19 del Valpellice Bulldogs Asd che è parte integrante del progetto della Cooperativa HCV Filatoio 2440.

Si parte subito decisi: il piano di allenamenti previsto per la prima settimana vedrà i ragazzi della serie C tutti i giorni sul ghiaccio, con 5 sedute serali di 90 minuti.

Da lunedì sul ghiaccio ci saranno già anche tutte le squadre del settore giovanile coordinate dalla direzione sportiva di “Ciaz” Andrea Chiarotti, un pilone portante della Casa Valpe in costruzione che sta magicamente iniziando a prendere forma a dispetto degli scettici.

Nel frattempo si continua a lavorare con l’obiettivo di consolidare ulteriormente il roster che avrà il compito di riportare entusiasmo e passione sugli spalti prima del palaghiaccio di Pinerolo e poi di Torre Pellice e dunque altre novità saranno comunicate nei prossimi giorni.

A tal proposito si attende con fiducia anche che la Fisg si pronunci sul ricorso presentato nelle scorse settimane al riguardo di Simone Armand Pilon, in un primo momento tesserabile con la Cooperativa HCV Filatoio 2440 e poi invece ritenuto ancora vincolato alla società Valpellice.

A metà settembre poi la prima assemblea elettiva della Cooperativa, con la nomina del gruppo dirigente: chi ha voglia di impegnarsi attivamente per il bene dell’hockey in val Pellice cominci a farci un pensierino

 

 

 

Read more

MEN AT WORK

Cari Soci e Simpatizzanti,

… bla, bla bla bla …

NO COMMENT

Scusateci se non ci perdiamo in repliche a comunicati dove veniamo citati ma che non comunicano (nel senso che non contengono notizie o fatti ma solo sproloqui), non abbiamo tempo, siamo al lavoro.

Di solito, quando hai tantissimo da scrivere è perchè non stai facendo nulla di più produttivo:

Fatto :

  • 250 soci
  • 1 capo allenatore di prima squadra e settore giovanile
  • affiliazione alla FISG
  • iscrizione al campionato di serie C
  • versamento della fidejussione a garanzia (tutte le società saranno in regola?)
  • lettera ufficiale di disponibilità palaghiaccio  (tutte le società saranno in regola?)
  • roster di prima squadra competitivo e con graditi elementi di ritorno a Casa Valpe
  • settore giovanile che copre tutte le categorie
  • oltre 40 atleti già tesserati nel settore giovanile

Restano da fare :

  • perfezionamento contratti sponsorizzazione con aziende nazionali di livello
  • integrazione roster prima squadra
  • perfezionamento accordo di farm team
  • convocazione assemblea della cooperativa e nomina del nuovo direttivo
  • incremento tesseramenti nel settore giovanile
  • produzione maglia e materiale di gioco
  • organizzazione amichevoli di settembre

I ragazzi saranno sul ghiaccio di Pinerolo il 27 agosto, nel frattempo ecco un po’ di cartoline dalla Val Pellice di uomini già al lavoro da diversi giorni

Read more