segreteria@hcvfilatoio2440.it

News

Presentato il logo

Frutto dell’opera di Mario Fina, un graphic designer di fama internazionale che vive a Torre Pellice, il nuovo logo è stato presentato nel corso della serata del 31 gennaio al Filatoio.
Perché un’aquila?
L’aquila si identifica con il territorio in quanto animale presente sulle vette che circondano la Val Pellice e in senso più lato su tutte le Alpi e quindi sul territorio montano della nostra regione.
Ma ancora di più l’aquila si identifica con l’hockey e con i valori che il nostro progetto intende trasmettere:
L’aquila si caratterizza per la particolare robustezza e prestanza fisica: becco potente ed uncinato, testa grande, ali ampie, corpi generalmente ricoperti di piume sino al piede che presenta artigli robusti, ricurvi e affilati.
Ma l’aquila dispiega anche un volo potente, spesso maestoso, capace di volare ad altezze irraggiungibili agli altri per poi piombare con velocità impressionante sulle prede.
Grazie a queste caratteristiche ha destato in tutti i popoli antichi il mito dell’invincibilità.
Ma indica pure acutezza mentale e ingegno.
Velocità, potenza, robustezza: tutti valori dell’hockey.
Maestosità, capacità di volare più in alto di tutti, invincibile predatore degli avversari: tutti valori della nostra squadra!

Il simbolo della Torre identifica il comune di appartenenza della squadra.

Il disco e le stecche sono ovviamente il richiamo all’hockey su ghiaccio.
Il tricolore, che è il massimo riconoscimento a cui ambisce un Team, identifica l’appartenenza all’Italia.
Il font della parola Filatoio è volutamente retrò per riportare alla lunga storia e alla tradizione del Filatoio, mentre la scritta 2440 ha un carattere decisamente moderno in quanto rappresenta il futuro.