segreteria@hcvfilatoio2440.it

News

IL FUTURO E’ GIA’ QUI

Tre Bocia Mpestà del Valpellice Bulldogs che quest’anno hanno fatto parte a pieno titolo anche del roster della VALPEAGLE fino alla finale col Bressanone, dopo essere stati convocati nei giorni scorsi al raduno della Nazionale Under 18 tenutosi a Egna, hanno staccato il pass per andare a giocare i Mondiali di categoria a Kiev, in Ucraina, dal 14 al 20 aprile.

Andrea Basraoui

Samuel Payra

Filippo Salvai

 

 

 

 

 

 

 

 

Andrea Basraoui, portiere, Samuel Payra, difensore e Filippo Salvai, attaccante, concluderanno dunque in maniera eclatante la loro brillante stagione che quest’anno li ha visti protagonisti sia a livello giovanile con l’U19 (e Payra anche con l’U17) sia con l’esordio in prima squadra, dove Andrea ha fatto spesso da back-up a Simone Armand Pilon giocando anche 40 minuti senza subire reti mentre Samuel e “Fischer” si sono guadagnati un ruolo importante togliendosi la soddisfazione di andare in gol e di essere impegnati nelle gare decisive dei play-off appena conclusi.

Pur senza sfoggiare super poteri derivati da punture di insetti o radiazioni, ma con tanto lavoro sul ghiaccio e spirito di sacrificio, dovendo anche preoccuparsi della scuola (come è giusto che sia), allenandosi tutti i giorni da settembre ad oggi agli ordini di Pavel Kavcic e a fianco dei cosiddetti senatori, i tre sono la conferma tangibile della bontà del progetto di Casa Valpe, nato dalla stretta collaborazione e dalle sinergie fra il settore giovanile dei Bulldogs e la Cooperativa HCV Filatoio 2440, un progetto che fin dal primo anno di esistenza ha raggiunto l’obiettivo di riportare passione ed entusiasmo nell’ambiente dell’hockey in Val Pellice, sviluppando nel contempo anche un lavoro di crescita tecnica che sta dando risultati immediati, ma che soprattutto lascia sereni per gli anni a venire.

Stante gli attuali scenari, una squadra con un Dna fatto sempre più di ragazzi del paese che giocano per la loro bandiera non solo è futuribile, ma è già realtà, vanto sportivo di tutta la Val Pellice e dell’intero territorio pinerolese, come la partecipazione di massa ai recenti avvenimenti ha dimostrato.

In bocca al lupo quindi ad Andrea, Samuel e Filippo per questa emozionante avventura sportiva e complimenti agli orgogliosi papà Max e Marco che con il loro impegno quotidiano “pancia a terra” a favore dei Bulldogs sono sicuramente fra i principali artefici della sopravvivenza dell’hockey in Val Pellice, aldilà dell’essere contestualmente anche genitori dei campioni di domani