segreteria@hcvfilatoio2440.it

News

Chiamata alle armi

GRAZIE FISG, verrebbe da dire!

L’autorevole commentatore locale di hockey, Daniele Arghittu, lo scorso 24 gennaio titolò “L’insostenibile leggerezza del vincere” scrivendo “Mai nella sua storia l’hockey valligiano ha schierato una squadra tanto superiore, mai ha inanellato un percorso netto di vittorie. La Valpeagle al suo primo anno di storia sta facendo ogni cosa nel modo migliore. Ma è chiaro ed evidente: l’appassionato valligiano non ha nel dna i geni per gustarsi fino in fondo questa condizione. Abituato com’è al ruolo di Davide contro Golia non ama vestire i panni del gigante invincibile“. E concludeva: “Speriamo trascorra in fretta questo esilio per il piacere di tornare a vincere senza che questo sia scontato, quasi antipatico”

Ebbene, qualcuno in Federazione deve avere accolto le sue parole e ha pensato bene che la migliore cosa per riaccendere quell’orgoglio biancorosso, quel senso di appartenenza al territorio, quella rabbia frutto del sentirsi da sempre periferici e “fastidiosi” rispetto al sistema centrale, fosse congegnare una bomba a orologeria che esplodesse proprio poche ore prima dell’inizio dei playoff.

Anche perchè – essendo stato più un petardo che non una vera bomba – non solo non ha fatto grandi danni, ma ha generato una reazione talmente determinata da parte dei giocatori, dei tifosi, dell’opinione pubblica, dei media che oggi stanno spendendo fiumi di parole sulla vicenda che alla fine – sportivamente parlando – è stata la miglior preparazione che potessimo avere per cominciare bene l’avventura dei playoff.

Intendiamoci: la società nel rispetto del proprio lavoro, dei propri soci, dei propri tesserati e del proprio pubblico non intende lasciar passare nel silenzio lo sconcertante e incredibile metodo applicato nell’infliggere un provvedimento che ci ha portato dall’essere leader incontrastati del girone con tutte le partite vinte, 151 gol fatti e 12 subiti, a ritrovarci terzi in classifica dietro Real Torino e Sporting Pinerolo.

Pertanto ha dato incarico all’Avv. Mollica di procedere alla presentazione di un ricorso in via d’urgenza.

Siccome però il ricorso ovviamente non potrà essere preso in esame prima di lunedì prossimo, da un punto di vista sportivo rispetteremo quanto stabilito dalla Federazione e affronteremo pertanto domenica alle ore 18.30 il Pieve di Cadore a Torre Pellice, essendoci stata assegnata la prima partita in casa come da nuova griglia dei playoff.

E sicuramente lo faremo con una carica e una determinazione come mai prima d’ora: “Per vincere il campionato bisogna battere chiunque e chiunque sia dovrà uscire sconfitto ogni volta che metterà piede in campo contro di noi. La squadra è pronta e unita” vuol far sapere ai tifosi Capitan Alex Silva.

A cui si aggiunge Marco Pozzi che dalla sua pagina Facebook ha lanciato una vera e propria chiamata alle armi al popolo biancorosso: “Dopo che si è lottato per liberare i ragazzi dai vincoli che gli impedivano di giocare, dopo che si è lottato (grazie al Comune) per tornare a giocare a casa al Cotta, dopo 4 mesi e mezzo di lotta in campionato, supereremo anche questo flebile tentativo di fermarci. Più che mai abbiamo bisogno di voi tutti sugli spalti! Una questione di appartenenza al territorio e ai nostri colori per tutto quello che abbiamo passato negli ultimi mesi. Domenica ore 18.30 tutti al Cotta! La squadra vi ringrazierà e renderà orgogliosi. A DOMENICA

Ebbene sì. Abbiamo riportato l’hockey giocato in Valle. Abbiamo riportato a casa tanti beniamini amati dal pubblico. Abbiamo una squadra composta solo da elementi locali, mix fra i ragazzi con più esperienza e tanti bocia m’pestà.

Chi ama la Valpe e l’hockey in Val Pellice ora faccia la sua parte e dimostri a questi giocatori con la presenza sugli spalti, con il calore del tifo, con la passione che ci ha sempre contraddistinti che il loro non è stato uno sforzo inutile.

Ora comincia il vero divertimento: speriamo di potervi offrire più partite possibili al Pala Cotta, speriamo di sentirlo ribollire come ai vecchi tempo: UNITI SI VINCE.

Gara 1 dei Quarti si giocherà al Cotta Morandini domenica 18 febbraio alle ore 18.30 contro il PIEVE DI CADORE

Ingresso : 5€ – Ridotto : 3€

Ragazzi sotto i 12 anni e possessori di Valpeagle Card: ingresso gratis