segreteria@hcvfilatoio2440.it

News

Precisazioni

Cari soci, tifosi, ragazzi, tecnici, amici …

a margine delle notizie diffuse da alcuni organi di informazione nella giornata odierna riguardanti Fabrizio Gatti, nostro attuale Presidente, intendiamo precisarvi che si tratta di vicissitudini professionali che nulla hanno a che vedere con il contesto dell’hockey su ghiaccio in generale e della Cooperativa HCV Filatoio 2440 in particolare, rassicurandovi nel contempo sul fatto che tali notizie non hanno alcuna conseguenza nello sviluppo del nostro progetto sportivo.

Fabrizio è stato investito da un vero e proprio tsunami mediatico senza aver ricevuto alcun preventivo avviso di natura giudiziaria poche ore dopo una proficua e tranquilla serata di programmazione dell’attività sportiva svoltasi al bar del Palaghiaccio con lo staff del settore giovanile e con il responsabile del settore tecnico Pavel Kavcic.

E già questo dovrebbe essere motivo di riflessione.

Dopo lo sbigottimento iniziale si è immediatamente dichiarato a disposizione per fornire tutti i relativi chiarimenti nelle sedi opportune laddove gli venissero richiesti,  non ritenendo invece di dover replicare al teatrino del processo mediatico condotto da taluni attraverso i titoli dei giornali o i social media, che spesso inducono erroneamente il lettore a pensare a sentenze già scritte, quando invece nemmeno si è ancora a conoscenza dei capi d’accusa!

E siccome ha quella corazza che solo gli hockeisti possono avere, non si farà abbattere troppo facilmente. Nel frattempo rimarrà serenamente e solidamente alla guida della nostra HCV Filatoio 2440 nell’impegnativo progetto di proseguire la costruzione di Casa Valpe, che è quanto sta a cuore a tutti noi.

Il Consiglio di Amministrazione ritiene però di esprimere la piena solidarietà nei confronti dell’amico e Presidente Fabrizio per i modi e i metodi poco istituzionali utilizzati al suo riguardo, considerando persino superfluo rimarcarne la stima per i risultati del suo operato fin qui svolto a favore della Hcv Filatoio 2440 e per i valori morali a cui tale lavoro si è ispirato.

E invita tutti coloro che si ritengono parte integrante di Casa Valpe a far sentire il proprio affetto e la propria vicinanza al Presidente già in occasione dell’importante amichevole di giovedì sera contro il Milano Rossoblu, fortemente voluta proprio da Fabrizio, che come sempre sarà a bordo pista e sugli spalti a sostenere i propri ragazzi

 

Read more

TESTIMONI INCONSAPEVOLI

(di Mauro Deusebio)

Nascere, ma anche rinascere, presuppone la trasmissione delle informazioni genetiche da una generazione all’altra; chi meglio di Milano e Briançon per l’abbrivio della ValpEagle?

Milano, squadra questa volta identificata con l’aggettivo ‘rossoblu’, è sempre stata un collaudo, una verifica per i sogni e le ambizioni valpellicesi. Giovedì 14 dicembre, contro la capoclassifica della B italiana, si tratterà più che altro di allertare i nostri sulle difficoltà a venire.

Stesso discorso per Martedì 19 contro i Diables Rouges, terza forza della B francese, da poco scesi dalla Magnus per difficoltà economiche. Due incontri da non perdere per rivedere Sasha Petrov e Andrea Schina, per permettere ad Alex Bertin di presentarci i compagni delle giovanili, per riproporsi all’hockey internazionale e anche per capire dove siamo.

Ma, a questo punto, di cosa saremmo testimoni inconsapevoli?

Di mutamenti epocali possibili anche nel vivere quotidiano. Nello sport, prima sono cambiati i sistemi di gioco, in conseguenza di questo sono cambiate le caratteristiche fisiche e le abilità richieste ai giocatori, infine è cambiato il management che cerca profitti e non gratificazioni.

Nell’hockey, in principio era… l’Unione Sovietica che, dal 1963 al 1986, vinse 5 Olimpiadi e 18 titoli mondiali dei 21 disputati (negli altri 3 si impose la Cecoslovacchia che praticava lo stesso gioco dell’URSS); poi venne di moda il ‘butta dentro e spera in Dio’, i muscoli degli atleti si gonfiarono a dismisura, stazza e velocità ebbero la meglio su tecnica individuale e trame di gioco; questo perché pompare muscoli e allevare schegge non pensanti costa molto meno che accudire un vivaio sotto il profilo tecnico e umano.

Così si persero per strada spettatori e praticanti, anche in sport più popolari (v. calcio).

A Torre Pellice si prova ora ad invertire la rotta: auguri.

Il titolo, preso in prestito da un gran bel romanzo di Gianrico Carofiglio (‘Testimone inconsapevole’ – Sellerio 2002 – anche in ebook e audiolibro), vorrebbe soltanto suggerire di non smettere di pensare pur festeggiando la rinascita.

Buone amichevoli a tutti.

Read more

RITORNA IL GRANDE HOCKEY

Cresce l’attesa per l’arrivo sul ghiaccio di Torre Pellice di due Team di primo piano nell’hockey che conta.

Giovedì 14 dicembre alle ore 20.30 infatti ospiteremo il Milano Rossoblù, attuale leader della Italian Hockey Division e vincitore dello scorso campionato di serie B, mentre martedì 19 dicembre alle ore 20.30 la Valpeagle riceverà la visita dei Diables Rouges di Briancon, attualmente terzi in classifica nella Division 1 francese.

Saranno passati a quel punto 642 giorni dall’ultima volta che nel nostro stadio, il Pala Cotta, è andata in scena una partita di hockey di alto livello: il 12 marzo 2016 si disputò gara 6 dei quarti di finale dei play-off scudetto di quella che allora era la serie A, con la vittoria dell’Hc Valpellice per 5 a 2 contro l’Asiago che poi vinse la serie qualificandosi alla semifinale.

Fu Alexander “Sasha” Petrov a realizzare al 56° minuto l’ultimo gol per il quale i tifosi della Valpe poterono esultare prima di un lungo periodo di buio nel palazzetto di Torre Pellice, nel frattempo cancellato dalla mappa dell’hockey che conta.

E sarà proprio “Sasha” Petrov uno dei protagonisti dell’amichevole “di lusso” che abbiamo organizzato per riportare il grande hockey a Torre Pellice e consentire ai nostri giocatori e tifosi di riassaporare il sapore di una sfida di lunghissima data con Milano, unica realtà fuori dal Nord Est ad avere conteso nell’ultimo decennio alla Valpe lo scettro di “reginetta fuori dal coro alto-atesino”.

Solo che questa volta Petrov vestirà la maglia dell’avversario perchè nel frattempo sono cambiate molte cose e quel giocatore che ha regalato immense soddisfazioni al pubblico di Torre Pellice ora è uno dei leader del Milano fattosi corazzata dell’hockey italiano. Insieme a lui ci saranno Andrea Schina e Stefan Ilic, anch’essi protagonisti con la maglia della Valpe di quell’ultima storica partita.

Anche la nostra Valpeagle avrà molti protagonisti di quella partita del 12 marzo 2016: sono i ragazzi che hanno deciso di aderire al progetto di ricostruzione di Casa Valpe realizzato dall’HCV Filatoio 2440. Alex Silva, Marco Pozzi, Pietro Canale, Federico Cordin e Martino Durand Varese erano infatti sul ghiaccio quella sera, osservati da Simone Armand Pilon che all’epoca sedeva in panchina come secondo portiere e che invece giovedì avrà l’arduo compito di difendere la porta dalle sfuriate degli attaccanti milanesi.

Che non avranno solo Petrov a disposizione, ma anche altre stelle come il goleador del campionato Dominic Perna, e poi Marcello Borghi, Federico Colombo. Arduo anche il compito per i nostri attaccanti che si troveranno di fronte anche Fabrizio Senoner e la giovane promessa meranese Andreas Radin oltre a un goalie come Alessandro Tura, attualmente il miglior portiere della Italian Hockey League.

Per l’imbattuta Valpeagle che nella sua sua brevissima storia ha finora conosciuto solo vittorie sarà quindi un banco di prova vero per testare il proprio livello in vista della seconda parte di stagione. Da ripetere anche martedì 19 dicembre sempre alle 20.30 contro Les Diables Rouges di Briancon, altra corazzata ricca di campioni, che completerà la settimana del ritorno del grande hockey.

La sfida con il Milano Rossoblu poi sarà l’occasione per rivedere e salutare anche Massimo Da Rin, legatissimo a Torre Pellice prima da giocatore e poi da allenatore, dove dal 2006 al 2009 ha contribuito in maniera determinante alla crescita del movimento hockeistico.

Il biglietto di ingresso ad ognuna delle due sfide costerà 10€ (posto unico), 5€ il ridotto (12-16 anni), gratis sotto i 12 anni. E per i tifosi che vorranno essere presenti a entrambe le sfide una bella sorpresa: un mini abbonamento a 15€ per entrambe le partite (posto unico).

I possessori della Valpeagle Card insieme ai ragazzi tesserati della Bulldogs avranno l’ingresso gratuito

Read more